Biografia

Nobuo Uematsu con un banjo

Nobuo Uematsu oggi è considerato uno dei più grandi e famosi compositori di musica per videogiochi di tutti i tempi.
Le sue composizioni hanno avvicinato moltissime persone al mondo della musica per videogiochi, e hanno contribuito ad influenzarla notevolmente.
Grazie al suo coinvolgimento nella fortunatissima saga di Final Fantasy (per la quale ha creato le colonne sonore di quasi tutti i titoli), è conosciuto anche come “il John Williams[1] della musica per videogame“. Il titolo è meritato: con la popolarità dei suoi lavori, Nobuo Uematsu rimane uno dei più importanti compositori di musica per videogiochi fin dal suo avvento.

Nome: Nobuo Uematsu ( 植松 伸夫, Uematsu Nobuo)
Data di nascita
: 21 marzo 1959
Città di nascita
: Kōchi ( 高知市 Kōchi-shi, capoluogo dell’omonima prefettura)

Professione: Compositore e tastierista
Generi musicali: Orchestrale, new age, elettronica, rock, symphonic rock, neo-classical metal
Strumenti: Tastiera, organo, pianoforte, violino, banjo
Anni di attività: dal 1985 a oggi
Case discografiche: NTT Publishing, DigiCube, Square Enix, Universal Music Group, Dog Ear Records
Band di cui fa parte: The Black Mages

In breve

Nel 1986 inizia a lavorare per la Square (in seguito Square Enix) dove incontra il creatore di Final Fantasy, Hironobu Sakaguchi. Inizia così la collaborazione per questa saga che lo porterà ad essere uno dei più amati compositori e musicisti per gli appassionati di RPG.

Dopo 20 anni, lascia la Square Enix nel 2004 e fonda una sua società chiamata Smile Please e la sua casa discografica Dog Ear Records. Continua comunque a comporre musica per videogiochi (principalmente di Square Enix e Mistwalker) come freelancer.

Molti album delle OST di Uematsu sono stati pubblicati e molti concerti sulla sua musica per Final Fantasy (e non solo) sono stati tenuti in tutto il mondo, tra i quali da segnalare è la collaborazione con il direttore d’orchestra Arnie Roth vincitore di un Grammy Award.
Unica data in Italia è stata il 28 Ottobre 2007, a Firenze, in cui ha fatto sold-out.

Nel 2002 ha formato una rock band chiamata The Black Mages insieme ai colleghi Kenichiro Fukui e Tsuyoshi Sekito, nella quale Uematsu suona alla tastiera una versione riarrangiata in chiave rock delle canzoni di Final Fantasy. [torna su]

Gioventù

A dodici anni Uematsu ha iniziato a suonare il pianoforte come autodidatta (influenzato probabilmente dalla sorella maggiore che suonava questo strumento).
Non ha mai seguito alcun corso o scuola musicale, non ha quindi una preparazione formale, tant’è che ha frequentato l’Università di Kanagawa ma non si è specializzato in musica.
A 22 anni ha finito la scuola e cominciato a suonare la tastiera in numerose band amatoriali: ha scoperto così di avere talento nello scrivere musica e iniziato a comporre per pubblicità televisive.
Quattro anni dopo, mentre lavorava in un negozio di musica di Tokyo, un impiegato della Square gli chiese se era interessato alla creazione di musica per alcuni videogiochi ai quali stava lavorando. Nobuo accettò, pensando che si sarebbe trattato di un semplice secondo lavoro per arrotondare i guadagni del negozio di musica, non pensava che sarebbe diventato un lavoro a tempo pieno. [torna su]

Con la Square

Il primo videogioco per il quale Uematsu ha composto le colonne sonore è stato Genesis nel 1985 il quale non gli ha portato molta fama, ma gli ha garantito un posto fisso nel team della Square.

Durante il suo lavoro per la Square, ha conosciuto Hironobu Sakaguchi, creatore di Final Fantasy, che gli ha chiesto di lavorare ad alcuni dei suoi giochi e come ben sappiamo, Uematsu accettò.

Dal 1986 al 1987, ha composto musica per vari videogiochi per NES e Famicom Disc System, tra cui King’s Knight, Rad Racer, Alpha, 3D World Runner, e Cleopatra no Mahou, giochi che però non hanno avuto successo, portando la Square vicina alla bancarotta.

Così, nel 1987, la Square tentò il tutto per tutto in quello che sarebbe dovuto essere il suo ultimo lavoro.
Uematsu e Sakaguchi si trovarono quindi a lavorare al primo gioco di quella che diventerà la lunga serie di Final Fantasy (proprio da questo deriva il nome della saga, “fantasia finale“), ma il videogioco ebbe incredibilmente un enorme successo, salvando la Square dalla bancarotta.

La fama di Final Fantasy lanciò la carriera di Uematsu nel mondo della musica per videogiochi, portandolo a comporre per oltre 30 titoli, principalmente della serie di Final Fantasy.
Nel 1989 compose la musica del primo videogioco della serie “SaGa”: The Final Fantasy Legend e per il secondo e quinto gioco della serie (Final Fantasy Legend II del 1990 e Romancing SaGa 2 del 1993) venne assistito da Kenji Ito.

Uematsu accettò di finire la colonna sonora dell’acclamatissimo Chrono Trigger (1995) dopo che il compositore del gioco Yasunori Mitsuda dovette interrompere il lavoro a causa di un’ulcera peptica.
Nel 1996, ha co-composto la musica di Front Mission: Gun Hazard e creato l’intera colonna sonora per DynamiTracer.
Ha anche lavorato alla musica di tre giochi della serie Hanjuku Hero.

Ha ispirato e partecipato ai due concept album “Ten Plants” insieme ad altri musicisti e pubblicato il primo album solista nel 1994, intitolato Phantasmagoria.
Sentendosi gradualmente sempre più insoddisfatto e poco ispirato, Uematsu ha chiesto l’assistenza dei compositori Masashi Hamauzu e Junya Nakano per le musiche di Final Fantasy X del 2001. Questa è stata la prima volta che Uematsu non ha composto interamente la colonna sonora per un gioco della saga di Final Fantasy.

Per Final Fantasy XI del 2002, è stato affiancato dal Naoshi Mizuta, che ha composto la maggior parte delle tracce, e da Kumi Tanioka; Uematsu ne ha invece composte solamente undici.
Nel 2003, il ruolo di compositore principale per Final Fantasy Tactics Advance è stato affidato a Hitoshi Sakimoto, a Uematsu è stato affidato solamente il tema principale. [torna su]

[per la lista completa dei lavori di Nobuo visita le sezioni Discografia, Videogiochi e Filmografia]

Non solo videogiochi

Nonostante il suo nome sia indissolubilmente legato a quello di Final Fantasy, Nobuo Uematsu ha scritto musica anche in altri ambiti, come ad esempio il tema principale per il film d’animazione Ah! My Goddess: The Movie (in Italia “Oh, mia dea! The Movie“) del 2000.
Ha inoltre co-composto insieme al direttore d’orchestra Shirō Hamaguchi la musica della serie animata Final Fantasy Unlimited (2001). [torna su]

[per la lista completa dei lavori di Nobuo visita le sezioni Discografia, Videogiochi e Filmografia]

The Black Mages

Nel 2002, insieme ai colleghi Kenichiro Fukui e Tsuyoshi Sekito, Uematsu fonda la rock band chiamata The Black Mages con l’obiettivo di reinterpretare ed espandere le proprie composizioni. [torna su]

[leggi la biografia dei The Black Mages]

La rottura con la Square Enix

In alcune recenti interviste, Uematsu ha espresso grande insoddisfazione riguardo la direzione che la saga di Final Fantasy ha preso dalla sua uscita dalla Square, e ha dichiarato che la propria posizione di leader del team musicale della Square Enix è stato progressivamente minato dopo l’unione delle due compagnie.

Nell’Ottobre del 2004 Nobuo lascia la Square Enix e forma la società Smile Please e nel 2006 la sua casa discografica Dog Ear Records.
La ragione della fine di questo ventennale rapporto lavorativo è stata la decisione della Square di trasferire la propria sede da Meguro a Shinjuku (Tokyo), ambiente in cui Uematsu non si sarebbe sentito a suo agio.

In ogni caso, Nobuo continua a comporre musica per la Square Enix come freelancer. [torna su]

Carriera freelance

Nel 2005, Uematsu ed alcuni membri dei The Black Mages hanno creato la colonna sonora per il film in CGI Final Fantasy VII Advent Children.

Nel 2006, Uematsu ha composto solo il tema principale per Final Fantasy XII. Inizialmente gli era stato offerto il lavoro di creazione dell’intera colonna sonora, lavoro che in seguito fu invece affidato a Sakimoto.
A Uematsu doveva esser affidato anche il tema per Final Fantasy XIII (2010) ma, dopo aver ricevuto l’incarico di creare l’intera colonna sonora di Final Fantasy XIV, Uematsu ha deciso di consegnare il lavoro nelle mani del compositore Hamauzu.

Uematsu ha lavorato anche con Mistwalker, la software house di Sakaguchi, lavorando come compositore per i giochi della serie Blue Dragon (2006), Lost Odyssey (2007), Away Shuffle Dungeon (2008); oltre che di Cry On il quale però è stato cancellato.

Per la PlayStation Portable, ha creato le musiche di Anata o Yurusanai del 2007 e l’arcade Lord of Vermillion nel 2008.
Uematsu ha anche creato il tema principale per il gioco Super Smash Bros. Brawl del 2008 e composto la musica dell’anime Guin Saga del 2009 scrivendo per la prima volta l’intera colonna sonora per una serie animata.

Recentemente ha lavorato su Sakura Note per il Nintendo DS e sta attualmente lavorando ad un altro progetto della Level 5 e Brownie Brown per DS chiamato Fantasy Life. [torna su]

[per la lista completa dei lavori di Nobuo visita le sezioni Discografia, Videogiochi e Filmografia]

Vita privata

Uematsu attualmente vive a Tokyo (Giappone) con sua moglie Reiko che ha conosciuto durante gli anni del college, e il loro beagle, Pao. Hanno anche una casa per le vacanze estive a Yamanakako, ( 山中湖村, Yamanakako-mura), un villaggio situato nel distretto Minamitsuru, in Yamanashi.
Nel tempo libero ama seguire il wrestling professionale, bere birra e andare in bicicletta. Uematsu ha affermato che il lavoro dei suoi sogni quando era piccolo era diventare un wrestler professionista. [torna su]

Concerti

La musica per videogiochi di Nobuo Uematsu è stata suonata in numerosi concerti, molti dei quali dedicati interamente a Final Fantasy.
Fuori dal Giappone, la musica di Final Fantasy è stata suonata live per la prima volta nell’edizione del 2003 del Symphonic Game Music Concert in Leipzig, Germania.

Nobuo Uematsu in concerto

Altri eventi del Symphonic Game Music Concerts in cui la musica di Final Fantasy è stata suonata si sono tenuti nel 2004, 2006 e 2007, nel concerto del 2004 addirittura, vide la prima mondiale di Those Who Fight da Final Fantasy VII. Il pianista giapponese Seiji Honda venne invitato per suonarne l’arrangiamento insieme all’orchestra.
Un’altra prima mondiale è stata Dancing Mad da Final Fantasy VI, suonata da orchestra, cori e organo mentre l’evento del 2007 incluse Distant Worlds da Final Fantasy XI, eseguito dal soprano giapponese Izumi Masuda.

Una serie di concerti di successo tenuti in Giappone che includevano le musiche della serie di Final Fantasy è il Tour de Japon.
Il primo concerto statunitense invece, “Dear Friends – Music from Final Fantasy“, ha debuttato il 10 Maggio 2004 alla Walt Disney Concert Hall di Los Angeles, in California, eseguito dalla Los Angeles Philharmonic Orchestra e il Los Angeles Master Chorale, diretto da Miguel Harth-Bedoya (già direttore della Fort Worth Symphony Orchestra).
Grazie al grande successo ottenuto da questo concerto, ne seguì una serie nel Nord America e il 16 Maggio 2005 si tenne un concerto supplementare chiamato More Friends: Music from Final Fantasy eseguito a Los Angeles al Gibson Amphitheatre; il concerto venne diretto dal vincitore di un Grammy Award Arnie Roth.

Uematsu è stato ospite dell’A Night in Fantasia 2004 eseguito dall’Eminence Symphony Orchestra al suo concerto di debutto nell’Ottobre 2004, data che coincide col suo ultimo giorno nello staff della Square Enix.

Altro importante concerto è stato il Voices – Music from Final Fantasy, che si tenne il 18 Febbraio 2006 al centro convegni Pacifico Yokohama.
Ospiti speciali furono Emiko Shiratori, Rikki, Izumi Masuda, e Angela Aki. Il concerto era incentrato sulle canzoni di Final Fantasy e venne diretto nuovamente da Arnie Roth.

Uematsu e i compositori con i quali ha lavorato sono stati presenti alla prima mondiale di Play! A Video Game Symphony a Chicago, Illinois il 27 Maggio 2006; del quale ha composto la fanfara di apertura del concerto.
Nobuo è stato presente anche al debutto europeo a Stoccolma (Svezia) il 14 Giugno 2006, alla performance a Toronto (Canada) il 30 Settembre 2006, e a Firenze il 10 Ottobre 2007.
Il tour mondiale Distant Worlds: Music from Final Fantasy è partito da Stoccolma, con un concerto eseguito dalla Royal Stockholm Philharmonic Orchestra e diretto da Arnie Roth il 4 Dicembre 2007. Il secondo concerto del tour si è tenuto al Rosemont Theatre vicino a Chicago il primo Marzo 2008. Il tour è proseguito con un concerto a Houston (Texas) il 24 Luglio 2010.

Nel Febbraio 2010, è stato annunciato che Uematsu avrebbe partecipato all’Anime Boston[2], una delle più grandi convention di anime dell’East Coast, ma non solo: Nobuo, in un’apparizione a sorpresa, ha suonato con la Video Game Orchestra nella canzone One Winged Angel. Infine, ha fatto una breve visita al prestigioso Berklee College of Music per un’intervista richiesta dal fondatore della VGO e studente del college Shota Nakama.[torna su]

Stile musicale e influenze

Lo stile delle composizioni di Uematsu è molto variabile, spaziando tra classici pezzi sinfonici ad altri heavy metal, tra quelli New Age a quelli techno-elettronici.
Per esempio, in Lost Odyssey, la colonna sonora va da arrangiamenti classici orchestrali al jazz contemporaneo e a tracce techno.
Durante la sua carriera con la saga di Final Fantasy infatti, Uematsu ha sperimentato molti generi musicali anche molto diversi tra loro. Tende a comporre nel classico stile orientale, ma esplora tutte le possibilità che la musica può offrire, dal rock (“Otherworld” di FFX) alla techno (“The Man with the Machine Gun” di FFVIII), dalla world music (“Vamo’ Alla Flamenco” di FFIX o “Cosmo Canyon” di FFVII) non disdegnando nemmeno la musica pop.
Per il romantico FFVIII, ha scritto la ballata “Eyes on Me” utilizzata nella scena cruciale del gioco. Cantata da Faye Wong, una famosa pop star cinese, è diventata una hit anche al di fuori del mondo dei videogiochi, vincendo il premio “Song of the Year (Western Music)” al 14th Annual Japan Gold Disc Awards del 1999.
Da allora, c’è sempre stata una canzone principale in ogni capitolo di Final Fantasy, basti pensare a “Melodies of Life” di FFIX, “Suteki da ne” di FFX e, pubblicata dopo la dipartita dalla Square Enix, “Kiss Me Good-Bye” di FFXII.

Uematsu ha dichiarato di essere un grande fan della musica celtica e irlandese, e alcuni suoi lavori contengono elementi da questi stili musicali.
Le colonne sonore di Final Fantasy infatti, vanno da ritmi in levare ad altri dark e pieni di rabbia, ad altri ancora romantici e malinconici; ad esempio, la musica di Final Fantasy VIII è dark e triste, mentre quella di Final Fantasy IX è più spensierata e ritmata.

La sua musica è un vero e proprio strumento per trasmettere la più profonda emozione di una scena del gioco, un tipico esempio è “Aerith’s Theme” da Final Fantasy VII, una delle canzoni più conosciute e amate dai fan.
In una intervista con il Nichi Bei Times, Uematsu ha detto “Non compongo musica per il Giappone o per il mondo intero, ma penso che ci sia qualcosa di tipicamente giapponese nei miei pezzi più malinconici“.

È stato nominato uno degli “Innovatori” nella classifica “Time 100: The Next Wave — Music” del Time Magazine ed è chiamato “il John Williams dei videogiochi“.

La maggior parte delle influenze musicali di Uematsu vengono dal Regno Unito e dagli Stati Uniti.
Lui cita Elton John come più grande influenza musicale, è risaputo che quando da piccolo ha iniziato a suonare il piano avrebbe voluto diventare come lui.
Altre delle sue maggiori fonti di ispirazione sono i Beatles, Emerson, Lake & Palmer[3], Simon & Garfunkel[4], e band progressive.
Nella musica classica, cita Pyotr Ilyich Tchaikovsky[5] come grande influenza.

Uematsu ha affermato che le band degli anni ’70 come i Pink Floyd e i King Crimson[6], hanno avuto un certo impatto sulle sue composizioni per Final Fantasy.
L’intro del pezzo “One-Winged Angel” da Final Fantasy VII è stata ispirata dalla canzone “Purple Haze” di Jimi Hendrix; mentre il testo è stato preso da una poesia medievale dalla quale Carl Orff [7] ha tratto la sua Carmina Burana, specialmente la canzone “Estuans Interius“, “O Fortuna“, “Veni, Veni, Venias” e “Ave Formosissima“.

Nobuo Uematsu ha avuto una grande influenza nel mondo della musica per videogiochi, e nell’industria videoludica in generale.
Liberi Fatali” è stata utilizzata nelle Olimpiadi estive di Atene 2004 durante una gara di nuoto sincronizzato femminile. [torna su]

Note

Torna su | [1] John Williams
John Towner Williams è un direttore d’orchestra e compositore statunitense, famoso e apprezzato per le numerose colonne sonore cinematografiche. Ha vinto cinque volte il premio Oscar per la miglior colonna sonora: Il violinista sul tetto (1971), Lo squalo (1975), Guerre Stellari (1977), E.T. l’extra-terrestre (1982) e Schindler’s List (1993); nonchè numerosissime nomination.

Torna su | [2] Anime Boston
Fiera Anime della durata di 3 giorni che si tiene ogni anno a Boston (Massachusetts, USA) che include eventi per cosplayer, video musicali anime, programmatori, artisti ma anche sessioni di karaoke, videogame, RPG e LARP.

Torna su | [3] Emerson, Lake & Palmer
Gruppo inglese formato nel 1970 dai tre talentuosi musicisti da cui prende il nome, è stato uno dei primi e più celebri gruppi di rock progressivo.

Torna su | [4] Simon & Garfunkel
Celebre duo folk rock statunitense nato nel 1957 e costituito da Paul Simon e Art Garfunkel. Il duo è stato premiato con innumerevoli Grammy ed è citato nella Rock and Roll Hall of Fame. Le loro canzoni più popolari sono: The Sound of Silence, The Boxer, Mrs. Robinson, Bridge over Troubled Water.

Torna su | [5] Pëtr Il’ič Čajkovskij traslitterato: Pyotr Ilyich Tchaikovsky
(1840 – 1893) è stato un compositore russo del romanticismo. Tra le numerose composizioni, famosissimi sono i balletti: Il lago dei cigni e Lo Schiaccianoci.

Torna su | [6] King Crimson
gruppo progressive rock inglese, nato nel 1969 e ancora attivo, fondato dal chitarrista Robert Fripp. Nonostante la scarsa presenza in radio e televisione, i King Crimson hanno una discografia di più di 30 album in studio, numerosissimi live e un vasto seguito di appassionati.

Torna su | [7] Carl Orff
(1895 – 1982) è stato un compositore tedesco dalle cui esperienze didattiche è nato l’Orff-Schulwerk (una metodologia di insegnamento della musica). È famoso principalmente per la cantata scenica Carmina Burana.

Lascia un commento

:) 
:D 
:happy: 
:huh: 
:nono: 
:unsure: 
:( 
:sisi: 
:laugh: 
:mellow: 
:no: 
:o 
:rolleyes: 
:=_=: 
;) 
:wacko: 
:cry: 
:dry: 
:ehm: 
:blink: 
:mmm: 
:look: 
:wat: 
:asd: 
:aslul: 
more...